10 tendenze dell’email marketing per il 2020

Di Graziano Brotto in: Email Marketing - Inserito il 19-02-2020

Tendenze dell'email marketing per il 2020: guida efficace

L’email marketing è un processo variabile

Probabilmente l’avrai già capito che nel mondo del marketing digitale l’unica costante è che non ci sono costanti. Le cose cambiano di continuo, ci sono sempre nuove tendenze, tecnologie e nuovi approcci. Ciò che l’anno scorso era in voga ed efficace quest’anno potrebbe già essere fuori moda, perciò devi – se ovviamente vuoi avere successo – rimanere sempre al passo con le tendenze e le novità.

La concorrenza è spietata e se non vai avanti per la tua strada e non segui le nuove tendenze potrebbe farti fuori in men che non si dica. Se rimani indietro di qualche passo farai fatica a rientrare a far parte della corsa, ci impiegherai troppo tempo e troppe energie per raggiungere gli altri – per questo motivo è importante seguire le nuove tendenze appena queste si manifestano.

A volte però è difficile, soprattutto perché ciò richiede molto tempo ed energie – tempo ed energie che spesso non hai, specialmente se devi preoccuparti che i tuoi affari filino liscio. Ma non ti preoccupare, ci siamo presi del tempo al posto tuo e siamo andati a scoprire quali sono le principali tendenze dell’email marketing per il 2020, sta a te poi seguirle.

Tendenza 1: Segmentazione e automatizzazione dinamica della posta elettronica

Si tratta sicuramente di una delle tendenze da non trascurare se vuoi rimanere al passo con la concorrenza. Ormai quasi tutto funziona in modo automatico, significa che determinate attività richiedono meno tempo perché il lavoro lo fa il computer al posto tuo. Di conseguenza hai più tempo per le altre attività che ti faranno raggiungere risultati migliori.

Una segmentazione dinamica è una nuova tendenza che ti permette di classificare i destinatari in segmenti man mano che ottieni i loro dati. Questo significa che non dovrai più esportare manualmente i destinatari e classificarli in segmenti, ma sarà fatto automaticamente in base all’interazione dei destinatari con i tuoi messaggi e/o il sito web.

Logicamente il prossimo passo sarebbe automatizzare la posta elettronica. L’email marketing è una delle forme di marketing più semplici e temporalmente efficaci, ma che comunque richiede il suo tempo – ecco, con l’automatizzazione ce ne vorrà un po meno.

L’aumento dell’utilizzo e dell’efficacia dell’intelligenza artificiale nell’email marketing permette anche un’automatizzazione sempre più vasta ed efficace della posta elettronica, uno degli scopi principali è ovviamente anche quello di risparmiare tempo – che puoi utilizzare per ulteriori sviluppi, miglioramenti o semplicemente per le cose belle della vita.

Tendenza 2: Più testo meno grafica

Questa tendenza è in netto contrasto con le tendenze degli anni precedenti – ma proprio per questo è così importante seguirla, altrimenti la concorrenza potrebbe farti uscire presto dal gioco. I messaggi email che contengono più testo e meno elementi grafici appaiono più personali e questo è uno degli scopi principali dell’email marketing oggi giorno.

I messaggi che contengono del testo vengono percepiti come messaggi scritti da una persona reale, seduta davanti ad un computer – e questo aiuta a creare una migliore connessione tra il destinatario e il marchio.

I messaggi email che contengono troppi elementi grafici possono essere visti come posta indesiderata e questo ovviamente non va bene. Quando crei le tue campagne di email marketing attieniti quindi alla regola «meno è meglio» – con meno elementi grafici (significa anche meno lavoro!) raggiungerai risultati migliori.

Tendenza 3: Contenuti creati dall’utente

I contenuti creati dagli utenti sono un trend estremamente efficace in tutti i campi del marketing e anche per l’email marketing non è un’eccezione. Aiuta ad aumentare il coinvolgimento dei destinatari (si tratta del c.d. subscriber engagement) e aumenta efficacemente la fiducia dei consumatori, perché questo logicamente aumenterà anche le probabilità d’acquisto.

Pensa a come fai acquisti tu. Ti è mai capitato di comprare qualcosa solo per perché il prodotto sul sito aveva ottime recensioni? Le opinioni degli utenti reali contano, e forse oggi, che l’email marketing è talmente aggressivo, la verità invece così ambigua, ancora di più.

Qualsiasi contenuto creato dagli utenti, che si tratti di recensioni, feedback, foto, blog, vlog (video blog) o altro, è uno strumento estremamente prezioso, che dovresti includere anche nella tua strategia di email marketing.

Tendenza 4: Design interattivo

I design interattivi sono eccellenti perché attirano l’attenzione dei tuoi destinatari – ma devi fare attenzione. Non basta includere nel messaggio una GIF o un video, l’elemento interattivo deve avere anche un valore aggiunto.

Una CTA animata, caroselli di fotografie, menu o questionari incorporati, questi sono degli strumenti efficaci e ottimi esempi su come l’interattività può essere allo stesso tempo utile e divertente.

Un’altra cosa alla quale bisogna fare attenzione: l’interattività va bene, ma considera che la maggior parte delle persone oggi giorno legge la posta sugli schermi dei cellulari, non solo sul computer. Questo significa che i contenuti interattivi devono essere ottimizzati e adattati ai dispositivi mobili, solo così tutti i destinatari riusciranno a leggerli.

Tendenza 5: Un email marketing più intelligente

L’email marketing è uno strumento estremamente efficace, ma da solo non basta. I clienti ormai sono consapevoli che di concorrenza ce n’è tanta, mentre le offerte sono diverse, perciò per l’acquisto non si basano esclusivamente su un solo canale comunicativo, ma prima della decisione ne consultano altri.

Parliamo dei cosiddetti punti di contatto (touchpoints), che rappresentano tutti i punti dove il consumatore viene a contatto con un determinato marchio. Tra questi ci sono le newsletter, i social media, negozi fisici, siti web, ma anche conversazioni con gli amici, i contenuti su altri siti online e comparatori di prezzi online.

Le ricerche mostrano che il cliente prima di prendere la decisione d’acquisto verifica in media 3 punti di contatto, a volte meno, a volte di più, dipende dal valore dell’acquisto (quando si acquistano prodotti meno costosi, come abbigliamento, ci si impegna meno, mentre per acquisti di valore più alto, come gli  elettrodomestici, ci si prende più tempo e si verificano più punti).

Ciò significa che dovrai essere il più coerente possibile sia sui diversi canali che sui diversi punti di contatto. In alcuni casi questo è semplice (per esempio il sito web e la newsletter), in altri più difficile (i pareri dei clienti). Ma è comunque importante che i destinatari della tua newsletter non notino differenze tra il contenuto che esponi nelle tue campagne di email marketing e le informazioni alle quali accedono tramite altri punti di contatto.

Tendenza 6: Chiamata all’azione chiara

La chiamata all’azione è una delle basi dell’email marketing, ma sfortunatamente molte aziende ancora non ne usufruiscono. Se trai i tuoi propositi per l’anno nuovo c’è anche quello di migliorare le chiamate all’azione che utilizzi nelle tue campagne di email marketing, vedrai che di conseguenza miglioreranno anche i tuoi risultati.

Ma cosa significa una chiamata all’azione chiara? Significa che devi dire esplicitamente ai destinatari cosa devono fare – in modo da non lasciare alcun dubbio. Come già detto, i destinatari oggigiorno vengono bombardati da tutte le parti con messaggi di marketing aggressivi, perciò a volte i messaggi neutri, che non hanno uno scopo preciso, vengono semplicemente trascurati ed ignorati.

Un altro stratagemma: le chiamate all’azione più efficaci sono quelle che offrono qualcosa e non chiedono niente in cambio – o almeno non troppo. Offri quindi qualche contenuto gratuito, sconto o altro tipo di vantaggio che attiri il destinatario e migliori le tue probabilità che questi faccia quel passo in più ed effettui l’acquisto.

Tendenza 7: Contenuto della newsletter adattato

Della segmentazione e della personalizzazione ne abbiamo già parlato tanto, ma siccome si tratta di un tema talmente importante, vale la pena menzionarlo più volte. Una delle tendenze principali dell’email marketing per il 2020 infatti è anche un contenuto adattato il più possibile all’utente.

Due clienti che vengono a visitare allo stesso tempo il tuo sito web, sbirciano un po’, si iscrivono alle e-news e poi chiudono la pagina, secondo la logica dovrebbero ricevere un messaggio email uguale. Ma questo sarebbe un grande errore. Perché? Perché questi due clienti sono completamente diversi – e per questo motivo dovrebbero ricevere anche due messaggi totalmente diversi.

Considerare il comportamento sul sito web, gli acquisti precedenti e tutti gli altri dettagli è di estrema importanza quando si sceglie il contenuto della newsletter, ma è ancora più importante essere consapevoli che una sola newsletter non può soddisfare tutti. Non possiamo offrire gli stessi prodotti a clienti diversi, giusto? È vero anche che dovendo preparare diverse newsletter avrai più lavoro da fare, ma vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare.

Tendenza 8: Narrativa

Raccontare storie è una delle maggiori tendenze del marketing negli ultimi anni e nel 2020 diventerà ancora più importante.

Si tratta di creare nel messaggio un insieme sensato, una storia che attiri i destinatari, che comunichi qualcosa da ricordare, che lasci il segno. Lascia stare frasi casuali e messaggi del tipo «l’importante è inviare qualcosa», prenditi del tempo e crea una storia.

Sì, è vero che per creare e raccontare storie ci vuole molto tempo ed energie, ma fidati, l’investimento ne varrà la pena. Si tratta di una strategia a lungo termine che ti aiuta a creare un marchio forte e instaurare stretti legami con il tuo pubblico – anche questa è una delle tendenze importanti dell’email marketing per il 2020.

Tendenza 9: Legame stretto e personale con il pubblico

Anche tu hai già ricevuto nella tua casella di posta centinaia di offerte per le piccole pillole blu o inviti a conoscere ragazze sexy nei tuoi dintorni? Se non hai risposto è probabilmente perché questo tipo di offerte non ti interessa minimamente – ma l’interesse nell’email marketing ovviamente è di vitale importanza.

È quindi d’obbligo instaurare un legame stretto e personale con il proprio pubblico target, e non solo perché anche questa è una delle tendenze più importanti per il 2020. Sarebbe un peccato non approfittare di tutti i dati e le informazioni che abbiamo sui nostri destinatari e sulle loro abitudini d’acquisto.

Una buona segmentazione dei destinatari e un’ottima personalizzazione sono la chiave per costruire un legame personale con i clienti e nel 2020 sarà più importante che mai. In un mare di messaggi di marketing veloci e aggressivi i clienti apprezzano sempre di più offerte adattate e personalizzate che rispecchiano lo sforzo e il tempo impiegati dall’offerente (non importa se poi tutto il lavoro lo fa il computer).

Tendenza 10: Creare una comunità inclusiva

Si tratta di uno dei trend più importanti che sta emergendo nel mondo del marketing, ed è molto utile anche nel campo dell’email marketing. È già da un po’ di tempo che le persone non usano internet solo come strumento per trovare informazioni, ma anche come canale per conoscere persone nuove, socializzare, passare tempo libero e divertirsi.

Perciò è importante offrire tutto questo. Una comunicazione rigorosamente ufficiale fa parte del passato, le nuove tendenze suggeriscono più rilassatezza e un maggiore senso di comunità. E come crearlo? Se ti aspetti che i destinatari si rilassino in tua compagnia innanzitutto dovrai rilassarti tu. Nella tua newsletter (e anche sugli altri canali, tra cui i molto amati social media), confida ai tuoi destinatari qualche informazione personale, cosa ti piace, qual è il tuo prodotto preferito, puoi presentare la tua routine quotidiana con qualche fotografia, puoi pubblicare un video che presenta in dettaglio il processo di lavoro – tutto ciò che rende la comunicazione più interessante, diversa e personale.

Se riesci a creare una comunità dove tu e i destinatari della tua newsletter potete condividere contenuti non strettamente correlati al processo d’acquisto o ai tuoi prodotti, sei sulla strada giusta per migliorare i tuoi risultati nel 2020.

Per concludere …

Come riassumere quindi tutte le tendenze dell’email marketing per il 2020? Tutto ruota intorno a un maggiore coinvolgimento del destinatari, un approccio sempre più personale verso i clienti e un’automatizzazione d’invio sempre più intensa della newsletter. Suona contradditorio? In realtà non lo è.

È ovvio che non puoi occuparti personalmente di ogni destinatario, se sull’elenco d’invio ce ne sono più migliaia, ma puoi sempre farti aiutare dalla tecnologia che fa il lavoro al posto tuo in pochi secondi. L’uso intelligente delle nuove tecnologie ti permette di raggiungere in modo più veloce, facile ed efficace risultati migliori – e questa è una combinazione vincente!

Registrati per una prova gratuita della piattaforma Ricordami e crea campagne di email marketing più efficaci!

Registrati per una prova gratuita

 

 

1800 +
Clienti felici
25
Anni di attività
150+
Software realizzati
220+
Portali realizzati

Copyright © 2020 Brottosoft Web Agency. All Rights Reserved.