Blog

App native contro web app: quali sono meglio?

25-01-2014

Le app sviluppate in HTML 5 sono meglio di quelle native?

Google, Facebook, Amazon e Twitter hanno già rilasciato versioni delle proprie app in HTML 5 incapsulate all’interno di applicazioni native per iOS e Android. Un fatto che non può essere ignorato. Che differenza c’è fra questi due generi di applicazioni per dispositivi mobili? “ Le app native sono più potenti rispetto alle web app in termini di user experience e possono fare molto perché comunicano in maniera diretta con l'hardware, ma il web sta evolvendo molto velocemente e già rispetto all'anno scorso sono cambiate molte cose. Fra le novità ci sono framework come Phonegap, Titanium o Jquery mobile in grado di creare web app da esportare in applicazioni native.

L’HTML 5 crescerà probabilmente insieme ai tablet” ed è più facile adattare un sito a un dispositivo mobile che creare un’applicazione nativa”.  Sul fronte applicazioni ci sarà una convergenza: le parti meno rilevanti per quanto riguarda la user experience saranno sempre più spesso sviluppate in HTML 5. 

Si comincerà a vedere qualcosa di importante perché i dispositivi mobili sono sempre più usati e la gente comincia ad avere un certo tipo di richieste.

Le app native oggi sono ancora più performanti perché non hanno la barriera del web runtime da affrontare e possono sfruttare direttamente il processore, ma la distanza con le web app è sempre minore . A questo si deve aggiungere che oramai anche per creare un’app per iOS occorre fare cinque o sei ulteriori sviluppi per adattarla ai vari iDevice, mentre le app in HTML 5 si adattano senza  problemi e consentono di creare componenti personalizzati per i vari dispositivi. Inoltre sono sempre aggiornate e non richiedono di passare per il ciclo di approvazione degli store per ogni minimo update.

A vantaggio delle native ci sarebbe un punto chiave: sono più facili da trovare, grazie agli app store. “ Non è così vero oramai gli store sono pieni e non è facile essere inseriti fra le app promosse, mentre nel web ci si può appoggiare ai motori di ricerca. Mancano ancora dei web store, ma iniziano a esserci progetti e si muovono grossi player”, come Mozilla che ha iniziato una battaglia contro il lock-in delle varie Apple, Google, Microsoft e Amazon. “ La domanda da porsi è se queste aziende permetteranno che ci sia un web store dove lo sviluppatore più distribuire la propria app multi-piattaforma senza pagare alcuna percentuale agli store dei grossi vendor ”. Anche perché, per una questione di marketing, certi brand non possono pensare di non essere presenti sugli store. Le app sviluppate in HTML 5 sono meglio di quelle native?

A favore delle app native c’è ancora un grosso settore: “Per quanto riguarda il gaming spinto non si può pensare di usare né HTML 5 né flash e lo stesso vale per applicazioni che hanno necessità di comunicare in maniera nativa con altri dispositivi come lettori a barre anche se nella maggior parte dei casi le app enterprise possono essere più produttive se sviluppate in HTML 5”.

 

11-04-2014
Luca
Ma per capire il futuro non dovremmo forse guardare al passato?
Sui sistemi desktop quale tipo di applicazione si è affermata?

Aggiungi un commento